Torino, 07 Maggio 2021

Edizioni PLAN a Gourmet Expoforum

Gourmet è un evento dedicato ai professionisti del settore Horeca e Food&Beverage. La professionalità è imprescindibile dalla formazione, lo sa bene il Dott. Michele Casali, Amministratore Delegato di Edizioni Plan, casa editrice marchigiana che ha fatto della formazione il fulcro della propria attività. In attesa di incontrarli a Torino dal 22 al 24 novembre approfondiamo l’argomento.

Edizioni Plan si occupa principalmente di pubblicazioni nel settore enogastronomico rivolte al mondo della professione e a quello della scuola. Che cosa contraddistingue la vostra offerta editoriale? Quali sono, secondo lei, le caratteristiche che hanno portato Edizioni Plan ad essere un punto di riferimento importante nel settore delle formazione?
Edizioni PLAN ha sviluppato negli anni, con crescente successo, una specifica attività nel settore dell'enogastronomia con pubblicazioni di particolare impatto comunicativo. Ha stabilito rapporti di collaborazione con professionisti di fama internazionale e con importanti realtà formative e associative di settore per proporre un'offerta editoriale costantemente aggiornata e nuova, dove si incontrano il mondo della professione e quello della formazione. Di particolare rilievo la collaborazione avviata con ALMA, il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale.

Abbiamo detto che Edizioni Plan è specializzata nel settore enogastronomico. Quali sono nello specifico le aree trattate dai vostri manuali?
Il nostro catalogo copre tutti gli ambiti: la cucina, la pasticceria, sala e vendita, marketing, la scienza e la cultura dell’alimentazione e, non ultima, la sicurezza alimentare. La collana scolastica è, inoltre, affiancata da una ricca proposta di volumi di varia che coprono vari argomenti legati al mondo dell’enogastromonia. Cito soltanto alcune delle ultime uscite: Caseus, sul mondo dei formaggi, e La dieta anti-Alzheimer, che ha suscitato un grande interesse.

                        


Vuole parlarci della prestigiosa collaborazione con la scuola ALMA, il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale, che ha dato vita alla collana ALMA-Plan? A chi sono rivolte le pubblicazioni e quali caratteristiche le rendono così efficaci?
I libri della collana Alma-Plan sono frutto di questa collaborazione e rappresentano oggi per gli Istituti e le Scuole alberghiere, per il mondo della Ristorazione di qualità e per gli Appassionati di cucina che desiderano andare oltre i classici ricettari, un punto di riferimento fondamentale. L’autorevolezza degli autori, tutti specialisti del rispettivo settore, l’iconografia, che svolge un ruolo fondamentale nel fornire contenuti integrativi al testo scritto, e la forte attenzione al legame tra istruzione e mondo del lavoro sono le caratteristiche principali che hanno portato al successo delle nostre pubblicazioni.

Quali sono i maggiori cambiamenti riscontrati nell’ambito della formazione enogastronomica dall’inizio dell’attività ad oggi, dalle esigenze dei docenti alle materie trattate?
La formazione oggi è vista sempre di più come uno strumento capace di garantire una posizione lavorativa. In un ambito come quello dell’enogastronomia, il problema più grande è costituito dalle innovazioni, tecnologiche e non; problema che può essere in parte risolto attraverso una formazione continua e al passo con i tempi. L’obiettivo principale dei docenti della scuola di oggi è la costruzione di personale competente, attraverso insegnamenti teorici e pratici; personale che unisca al “sapere” la “professionalità”, che quindi conosca i prodotti, le tecniche e le normative, ma abbia anche abilità relazionali. Insomma una nuova figura di Professionista che va oltre la mera conoscenza delle ricette.

In quali paesi distribuite le vostre pubblicazioni?
In questo momento le vendite si concentrano in Italia, ma siamo alla ricerca di partner per aprirci al mercato internazionale.

Sulla base delle vendite qual è il trend gastronomico attuale?
Stiamo riscontrando mese dopo mese un trend in crescita sia dei volumi professionalizzanti che di quelli salutistici.

A Gourmet incontrerete un pubblico di professionisti nell’ambito dell’ Horeca e del food&beverage. Come vi presenterete a Torino e cosa vi aspettate dalla partecipazione all’evento?
Partecipiamo per la prima volta a Gourmet e lo facciamo presentandoci con la veste delle grandi occasioni. L’invito a venire al nostro stand è rivolto a tutto il pubblico di Gourmet: le nostre pubblicazioni saranno sicuramente apprezzate sia dai professionisti che dagli appassionati. Siamo certi che ciascuno troverà qualcosa che tenterà la propria curiosità.