Torino, 29 Maggio 2017

Cocktail, come abbinarli al cibo

Il mondo della miscelazione e della cucina si sono incontrati nel workshop I cocktail, come abbinarli al cibo di domenica 13 novembre che ha visto protagonisti la sommelier Simona Beltrami e lo chef Marcello Trentini del Ristorante Mago Rabin di Torino e il barman Massimo D’Addezio.

“Non credo negli abbinamenti cocktail e food”, così ha aperto l’incontro D’Addezio rispondendo a una domanda del moderatore Giuseppe Carrus del Gambero Rosso che chiedeva ai relatori un parere sul food pairing. “Il cocktail ha una sua tecnologia ed è il risultato di una giusta combinazione ghiaccio, liquido alcolico e forma del bicchiere. Un pasto lungo, come una pranzo o una cena, richiede quantità e una forma del bicchiere diverso rispetto a un pasto breve come una degustazione o un aperitivo” prosegue D’Addezio, “questo cambia totalmente la natura del cocktail e il suo grado alcolico”. Parere contrario hanno invece espresso la sommelier Beltrani e lo chef Trentin che credono nel food pairing purchè sia studiato per il singolo piatto. “La parola chiave è momento”, spiega Trentini. “Amo pensare al pranzo o alla cena come ad un’opera teatrale dove ogni atto corrisponde a un momento che vede il singolo piatto abbinato al suo cocktail ”. Beltrami ha poi aggiunto “Il food pairing è possibile purché le gradazioni non siano troppo elevate e che i cocktail non siano abbinati a degustazioni troppo lunghe”.

Il dibattito è poi proseguito sulla capacità dell’oste o dell’addetto alla sala di portare il cliente al divertimento a tavola e della sua arte di saper proporre la giusta combinazione food&beverage. L’importanza della scelta del cocktail o del vino che va ad accompagnare un piatto ha trovato tutti i relatori d’accordo. Il lavoro del barman diventa più arduo perchè con il drink deve saper animare il cibo senza risultare né invadente né arrendevole, e deve dare sollievo al palato ravvivando il desiderio del boccone successivo. Alla fine del workshop, il partecipanti hanno potuto degustare una gustosa e originale rivisitazione del vitello tonnato dello chef Trentini abbinato al cocktail Japanis65 del barman D’Addezio.