Torino, 21 Agosto 2018

Eco Tecnologie punta sul Mater-bi

Eco Tecnologie è un’azienda nata nel 2001 che ha fatto dell’attenzione all’impatto ambientale il proprio core business. In attesa di incontrarli a Gourmet, dal 22 al 24 novembre a Lingotto Fiere, abbiamo approfondito la loro conoscenza insieme al fondatore Marco Alizeri.

Eco Tecnologie è specializzata nella fornitura di stoviglie monouso compostabili. Com’è nata l’idea di operare in questo settore? E qual è la filosofia che contraddistingue l’azienda?
Nel 2007 siamo venuti a conoscenza dell’esistenza di alcuni piatti e posate che potevano essere smaltiti nell’umido e diventare concime, così ci siamo documentati sulle materie prime che venivano sperimentate e su quali aziende se ne stavano occupando: i risultati si sono rivelati molto interessanti e lasciavano intendere che si stava intraprendendo un percorso che avrebbe portato ad una sempre maggiore sostenibilità per questo tipo di prodotti. Ancora oggi, nel 2015, nonostante i grandi risultati ottenuti mi sento di affermare che siamo appena agli inizi.
L’obiettivo primario per noi è comunicare in modo efficace le innovative caratteristiche dei materiali compostabili, obiettivo che perseguiamo fornendo corrette nozioni su origini, utilizzo e loro fine vita. Altrettanto fondamentale è fare il possibile perché il Cliente riconosca la validità del prodotto e ne sia soddisfatto non solo per la sua ecologicità ma anche per la sua performance, perciò trattiamo solo materiali certificati, sicuri e di qualità.

Il Mater-bi. Vuole ricordaci che cos’è esattamente, da dove deriva, quali sono le sue caratteristiche e perché è così importante diffonderne l’uso?
Con il nome Mater-bi si identifica una famiglia di bioplastiche compostabili di diversa derivazione e adatta a svariati utilizzi: passiamo infatti dal telo per paciamatura usata in agricoltura alle posate monouso per il catering.
I primi gradi di mater-bi (cioè le prime bioplastiche che sono state sintetizzate) derivavano soprattutto da amidi vegetali; oggi la ricerca ha permesso di estrapolare il polimero base anche attraverso la raffinazione di oli vegetali come il seme del cardo, che viene coltivato e lavorato in Sardegna nella bio-raffineria di Porto Torres, con un notevole guadagno in termini ambientali. Abbiamo deciso di prediligere la commercializzazione di prodotti realizzati in questo materiale per diversi motivi. Primo e non trascurabile è che è un prodotto italiano: ideato in Italia, derivato da piante OGM free coltivate sul suolo nazionale e anche la maggior parte della sua trasformazione avviene qui.
Crediamo fortemente nel Mater-bi perché l’instancabile attività di ricerca su queste classi di materiali ha portato le bioplastiche ad avere prestazioni sempre più vicine alle plastiche attualmente utilizzate, la loro produzione è diventata sempre più sostenibile e l’impatto ambientale è sempre più ridotto.

       

La gamma di prodotti proposti da Eco Tecnologie è molto ampia, in grado di soddisfare le esigenze più diverse. Posate, piatti, bicchieri, vassoi, etc. Quali sono i prodotti più richiesti?
La nostra proposta inizialmente era rivolta ai catering che si occupano di feste e di mense.
Oggi i piatti, posate e bicchieri tradizionali sono gli articoli più richiesti, ma si sta verificando una svolta nelle esigenze dei consumatori che ora apprezzano linee design particolari e contenitori per il finger food. Non ultimo sta aumentando la richiesta per il biopackaging, per il quale noi direttamente abbiamo sviluppato nuovi prodotti.

È luogo comune associare le stoviglie compostabili a oggetti poco attraenti, che privilegiano la compatibilità ambientale a discapito dell’estetica. Possiamo sfatare questo mito?
Certo, forse all’inizio era così, ma l’evoluzione dei materiali e le richieste del mercato stanno portando a sviluppare stoviglie e contenitori con caratteristiche di design sempre più particolari, attraenti, accattivanti, ricercate e persino personalizzate.
Grazie alla tecnologia laser che crea un’incisione nel supporto, siamo in grado di “griffare” le stoviglie con scritte e disegni secondo i desideri del Cliente, ad esempio per conferire visibilità ad un marchio o per dare un tocco di eleganza e unicità ad eventi.
Questa lavorazione è fattibile anche per ridotte quantità e ad un prezzo abbordabile in quanto gli impianti per la personalizzazione sono gestiti direttamente da noi.

Gli aperitivi e i vari light lunch sono sempre più in voga. Che cosa propone per rispondere a questa esigenza oltre ai formati classici? E per il cibo da asporto?
Aperitivi, degustazioni, buffet… questi eventi prevedono già “tradizionalmente” l’uso di stoviglie e contenitori usa e getta, per cui le stoviglie compostabili dovevano solo adattarsi nelle forme e nella varietà: noi proponiamo una vasta gamma di articoli, in particolare le linee design e finger food ben soddisfano le esigenze estetiche e gastronomiche di questo particolare impiattamento.
Discorso un po’ differente per il take away dove gli ostacoli non erano solo estetici ma anche tecnico-pratici: il packaging doveva dare le stesse garanzie di facilità d’uso e tenuta anti unto dei tradizionali in plastica. Si è ricorso a carta e cartoncino spalmati in mater-bi che hanno le caratteristiche necessarie per essere usati come contenitori take away e il cui fine-vita è nella differenziata dell’umido.

Ricerca e innovazione in questo settore sono fondamentali. Quali sono gli “ultimi arrivati” in casa Eco Tecnologie?
Siamo un’azienda giovane che opera in un settore a fortissima innovazione e sviluppo, per cui non smettiamo mai di aggiornare e ampliare la nostra offerta seguendo le necessità e le richieste del mercato: proprio a seguito del crescente interesse del pubblico e degli esperti gastronomi verso lo street food e il cibo da asporto in generale abbiamo sviluppato, primi in Italia, la carta alimentare compostabile spalmata in mater-bi anziché in polietilene. Da questa, oltre ad essere utilizzata in fogli per salumi e formaggi, abbiamo creato un’intera linea di sacchetti e coni anti-unto per l’asporto e il passeggio.

Parliamo ora di un elemento fondamentale: il prezzo. Qual è la vostra politica in merito?
Le stoviglie compostabili costano di più rispetto alle monouso tradizionali: questo è dovuto alla loro minore diffusione e al continuo studio sui materiali che non consente ancora un ammortamento dei costi iniziali. D'altronde la plastica fu scoperta a metà dell’Ottocento, ha un certo vantaggio per quanto riguarda studi e sperimentazioni. Ma stiamo recuperando terreno anno dopo anno e anche lo spread tra i prezzi diminuisce. Già oggi sussiste un quantificabile risparmio sociale nello scegliere il compostabile e nell’adottare le corrette pratiche della sostenibilità, purtroppo però il guadagno non ritorna all’utente “virtuoso” che si sobbarca il costo maggiore del prodotto.
Noi di Eco Tecnologie siamo consapevoli dello sforzo economico che i nostri Clienti compiono preferendo i nostri prodotti, e per quanto ci è possibile supportiamo la loro scelta ecologica e sostenibile con offerte dedicate.

Chi sono i vostri principali clienti?
I nostri clienti sono tutti accomunati da una grande sensibilità nei confronti dell’ambiente che li spinge a scegliere l’alternativa alla plastica. Può essere un organizzatore di eventi che vuol distinguersi nel dare il minore impatto ambientale possibile alla sua manifestazione, il produttore o distributore di alimenti che opta per un packaging che rispecchi esternamente il lato green dei suoi prodotti, la singola persona che organizza una festa e vuole smaltire comodamente tutti i rifiuti nell’umido. La scelta è così varia da riuscire a soddisfare le esigenze più diverse e anche dal punto di vista logistico siamo in grado di provvedere dai grandi eventi come quelli di Slow Food, di cui siamo fornitori ufficiali, al piccolo ordine del privato che usa il nostro sito e-commerce.

Che cosa si aspetta dalla partecipazione a Gourmet? Presenterete qualche novità al pubblico della manifestazione?
Gourmet sarà una bellissima vetrina per le nostre linee di stoviglie, contenitori e accessori e speriamo che il pubblico del settore accolga con curiosità e interesse i materiali e i prodotti innovativi che proporremo.
Saremo lì per dare informazioni e sfatare alcune false credenze sulle bioplastiche che oggi non solo concorrono, ma possono anche vincere contro le plastiche tradizionali: ne sono esempi emblematici la nostra nuova carta compostabile e il bio-packaging per l’asporto che stiamo lanciando in esclusiva per il mercato italiano.

In due parole. Perché scegliere stoviglie monouso compostabili?
Per scegliere i più eco-logici dei prodotti alternativi alla plastica.
Perché sono innovative, resistenti, fanno bene all’ambiente e a tutti noi che le usiamo, consapevoli che stiamo facendo la scelta giusta.

Perché scegliere le vostre?
Perché il rapporto qualità prezzo degli articoli proposti è il più concorrenziale che c’è sul mercato, senza mancare all’impegno della qualità e della sicurezza.

Per maggiori informazioni www.ecocn.it